Social Media Marketing: cosa abbiamo imparato dal 2017?

Quali lezioni ci ha lasciato il 2017 sul social media marketing? Cosa abbiamo imparato nell’anno che sta per finire? E quali insegnamenti porteremo con noi quando appronteremo strategie di social media marketing nel 2018? Cosa lasceremo indietro e cosa segneremo sulla lista delle cose da fare e non fare? Abbiamo analizzato alcuni aspetti chiave sul social media marketing e sulle strategie adottate quest’anno, ma soprattutto sui risultati che possono aver portato oppure che devono ancora produrre.

Social Media Marketing: contenuti sponsorizzati

Prendiamo Facebook, ma anche Instagram. Le ads sono diventate pane quotidiano per i marketers e i brand che vogliono raggiunger il proprio pubblico. In parole povere, nel 2018 bisognerà ulteriormente investire su annunci pubblicitari ad alto tasso di engagement sulle piattaforme social. Ovviamente, all’investimento dovranno corrispondere contenuti di qualità. Meglio se con immagini o video, in cui il livello di interazione e coinvolgimento da parte degli utenti resta sempre elevato. Nel 2017 la tendenza è cominciata, registrando perdite nella copertura organica. Nel 2018 si consoliderà. Ma attenzione alla trasparenza. Chi vi legge deve sapere, su ogni piattaforma capiti, che il vostro è un contenuto sponsorizzato. Lo stesso vale per l’Influencer Marketing, che ha recepito le recenti indicazioni di Agcm.

Social Media Marketing: video live

Oltre a video di non lunghissima durata, un alto tasso di coinvolgimento lo hanno anche i video in diretta. Eventi live e post “sul pezzo” tracceranno la via nel prossimo anno, così come hanno cominciato a tracciarla nel 2017. Inoltre, quest’anno si è visto come i video su Facebook abbiano registrato almeno il doppio del coinvolgimento rispetto ad altri tipi di contenuti. In questi casi, video o immagini, dovranno essere accompagnati da un testo, che sia il più sintetico e incisivo possibile. Lavoro da web e social copy, insomma.

Social Media Marketing: Stories, ovvero il social storytelling

Raccontare una storia, in qualunque forma, su qualunque social. Prendiamo Facebook e Instagram: nel 2017 le loro Stories hanno avuto un successo ad alto tasso di rendimento. Le Stories sono state ampiamente visualizzate da una larga fetta di utenti e consumer che hanno dato modo di apprezzarle. Nel 2018 la tendenza continuerà e si svilupperà ancora. Forse il 2017 è stato un anno di rodaggio, ma già negli ultimi mesi si sono visti dei frutti maturi. Lo storytelling aziendale prenderà dunque una piega più incisiva nell’impatto comunicativo con i propri utenti, avvicinandoli ancora di più al brand, rafforzandone quindi la fidelizzazione.

Social Media Marketing lezioni dal 2017

Social Media Marketing: costruite il vostro pubblico e coccolatelo

Nel 2018 il rapporto tra brand e clientela si rafforzerà ancora di più. L’obiettivo delle aziende che puntano su strategie di social media marketing sarà la costruzione del proprio pubblico. Non solo la ricerca di una clientela targettizzata, ma anche il suo mantenimento. Coccolate il vostro seguito, insomma. Come? Attraverso la comunicazione. Alle persone piace sentire le storie. Sondate gli umori, indagate le tendenze, anticipatele. Poi datele in pasto al vostro pubblico. Non fate l’errore di cadere nei pregiudizi e se dovete essere provocatori, siatelo con intelligenza. Evitate strafalcioni, analizzate pro e contro, testate le vostre strategie. Ricordatevi, soprattutto, di interagite con il vostro pubblico. Non dimenticate che state parlando sempre con persone con singole esigenze e non a un gregge di pecore.

(Daniele Sforza)

  • Pin It on Pinterest