Come creare app per la sicurezza: il caso GuidaeBasta

Come creare app per la sicurezza ed essere sicuri che funzioni? Aggiornandola, ad esempio. Risultando attivi in quel processo di manutenzione che non può essere risparmiato quando si sviluppa un’applicazione mobile. Esemplare è il caso di GuidaeBasta, app voluta da Anas per ridurre la distrazione durante la guida e quindi evitare gravi incidenti stradali. Con la nuova campagna per la sicurezza stradale diffusa a metà maggio 2018, Anas ha rilanciato il claim vincente: “Quando guidi, guida e basta!”. L’auspicio è che ora si rimetta mano all’app, cogliendo i suggerimenti degli utenti e risolvendo alcuni difetti.

App mobile GuidaeBasta: cos’è e come funziona

Il fine dell’app mobile GuidaeBasta è dei più nobili. Preservare la sicurezza stradale, ridurre le distrazioni mentre si è alla guida. Evitando così incidenti stradali gravi, che potrebbero compromettere il guidatore ma anche chi gli sta intorno. Stando alla presentazione dell’app, GuidaeBasta “ti permette di fare una cosa soltanto quando sei alla guida, la più importante: guidare”. Come? Neutralizzando tutte le distrazioni provenienti dallo smartphone.

L’app silenzia così tutti i messaggi, le chat, le mail e ogni altra notifica. L’utente che scarica l’app sarà chiamato a creare una lista di contatti preferiti. A questi sarà inviato un messaggio quando si è alla guida, attivando la modalità viaggio. Gli stessi verranno avvisati della durata del viaggio e saranno quindi invitati a non contattare l’utente mentre è in viaggio. L’applicazione è stata voluta da Anas in collaborazione con la Polizia di Stato. E l’idea è veramente ottima. Se chiedeste come creare app per la sicurezza, vi suggeriremo di studiare a fondo proprio quest’applicazione.

GuidaeBasta: ma l’idea basta?

Come creare app per la sicurezza che funzioni? Non limitandovi all’idea, ma andando oltre. Purtroppo, sulla pagina dell’applicazione presente sul Play Store, scopriamo un’informazione che ci fa storcere un po’ il naso. Ultimo aggiornamento? 26 maggio 2016. Sostanzialmente sono passati poco più di 2 anni prima dall’ultimo aggiornamento. E questo non è un dettaglio, visto che anche molti utenti che l’hanno scaricata lo hanno sottolineato. Il refrain è il solito. L’idea è eccezionale, ma bisogna risolvere alcune cose. Come ad esempio evitare che l’applicazione invii un messaggio a tutti i contatti della lista quando si è alla guida.

A questo punto, suggerisce un utente, sarebbe meglio attivare un messaggio automatico che risponda solo ed esclusivamente a chi tenta di mettersi in contatto con l’utente quando lo smartphone è in modalità viaggio. Un parere da seguire assolutamente e che di certo eviterebbe di violare anche la privacy dell’utente, tema questo peraltro molto delicato in questi giorni.

Come creare app mobile per la sicurezza

Come migliorare un’app per la sicurezza? Aggiornandola

Vien da sé che creare un’app per la sicurezza non può fermarsi all’idea originaria e al lancio sugli store. La manutenzione è un processo fondamentale per ottimizzare l’applicazione, tenendo conto anche dei feedback degli utenti. È infatti un peccato che l’applicazione abbia sul Play Store una valutazione pari a sole 3,4 stelle. Troppo poco per un’app da un fine così nobile – e anche istituzionale, se andiamo a vedere i responsabili del suo sviluppo. Ma è il giudizio inevitabile quando l’app viene lasciata lì “a invecchiare” senza ritocchi né la giusta attenzione. Questo è un concetto che un’azienda professionale specializzata in sviluppo app non mancherà mai di comunicare al cliente. Affinché l’investimento diventi un rendimento e l’applicazione possa essere sempre funzionale nel tempo.

(Daniele Sforza)

  • Pin It on Pinterest