Sviluppare app mobile ottimizzando costi (ed energie)

Come sviluppare app mobile risparmiando soldi ed energie.

Sviluppare app mobile è oggi una branca imprescindibile per molte aziende. Una professione richiesta e in continua crescita, appoggiata sull’emergere di nuove tecnologie e sui cambiamenti delle tendenze e delle abitudini degli utenti consumatori. Molte aziende oggi non possono fare a meno di un’app, perché l’esperienza dell’utente si è spostata non solo da desktop a smartphone, ma anche dal web tradizionale a quello su misura. Contenuto dove? In un’app naturalmente. Ma come fare per sviluppare app mobile ottimizzando costi ed energie? Proviamo a dare qualche suggerimento pratico.

Pianificare lo sviluppo app mobile

Il primo passo quando si intende sviluppare app mobile consiste nella progettazione, nella pianificazione. Si parla di redigere un business plan, sia sotto l’aspetto pratico, sia sotto quello economico. Dal brainstorming alla formulazione di idee e suggerimenti che, provenendo da più teste, arriveranno anche a intercettare le effettive esigenze dell’utente. Che sono anche gli elementi principali di cui l’applicazione ha bisogno. La pianificazione può prendere un lasso di tempo importante, ma è da considerare come un investimento. Avere tutto a portata di mano, mettere nero su bianco, aiuterà a evitare il maggior numero di ostacoli possibile. Chiaramente i problemi saranno sempre dietro l’angolo (Murphy docet), ma avere un piano preciso dal quale partire aiuterà a ottimizzare le energie quando sarà il momento di risolvere e andare avanti.

Nella pianificazione, ancora prima dell’inizio della codificazione, sarà molto utile fare una sorta di storyboard dell’app. Ovvero il disegno, o lo schizzo dell’interfaccia grafica, con tanto di funzionalità ed elementi più importanti relativi al software. Si tratta di uno strumento di sostegno per lo sviluppatore, che avrà dunque un disegno ordinato e preciso per lavorare al meglio e scrivere il codice con una mole di informazioni utili a ottimizzare tempo ed energie.

Parola d’ordine: semplicità

Infine, un altro consiglio da seguire è quello di non partire in quinta. L’idea migliore è quella di partire con un’applicazione che adempia egregiamente al suo ruolo, ma che sia soprattutto semplice. C’è sempre tempo per complicare le cose (e magari, nel frattempo, trovare le giuste risorse).

Passando direttamente ai costi, prima dello sviluppo di un’applicazione, sarà opportuno considerare lo store – e quindi il target – a cui rivolgersi. Scegliere sia Android sia iOS significherebbe raddoppiare gli sforzi e spendere di più. Se si hanno poche risorse a disposizione, è meglio dunque scegliere un solo store, e quindi un solo target. A questo punto bisognerà studiare meglio il comportamento degli utenti con dispositivi iOS e Android per capire quale mercato l’app predilige particolarmente.

Sviluppare app mobile ottimizzando costi ed energie

Sviluppare app mobile: occhio ai costi!

Un altro aspetto che potrebbe aiutare a ridurre i costi di sviluppo sta nell’affidare il lavoro a un gruppo di sviluppatori esterni. Piuttosto che curare le fasi dello sviluppare app mobile all’interno dell’azienda – cosa che prevedrebbe stipendi fissi e quindi più elevati – si potrebbe assegnare il lavoro a professionisti di terze parti. Il costo non varia in base alla qualità del lavoro offerto, ma alle modalità di quest’ultimo. Opzione questa da considerare solo se non si vuole avere un controllo totale sul processo di sviluppo dell’applicazione.

Inoltre, affidandosi a sviluppatori di agenzie esterne sarà possibile ottimizzare i costi servendosi anche dei servizi offerti dagli sviluppatori stessi. Si pensi ad esempio a template e framework già esistenti, magari passibili di modifiche, ma non certo creati da zero; cosa che alzerebbe considerevolmente le spese. Preferendo un’agenzia specializzata in tutti i campi dello sviluppo app – dalla progettazione alla realizzazione passando anche per la commercializzazione – sarà un altro modo per abbattere i costi.

(Daniele Sforza)

  • Pin It on Pinterest